Archivi tag: mediare cina

MEDIARE CON LA CINA

cinesedMediare non è sempre cosa semplice.

Le difficoltà aumentano quando la distanza non  consente di incontrarsi direttamente, quando non  si parla la stessa lingua, quando il nostro interlocutore ha una cultura distante dalla nostra…

Non nascondo il mio interesse per la cultura cinese che mi ha portato da un anno a questa parte a studiarne la lingua, oltre a questo è evidente il mio amore per internet…e lo shopping sul web!

L’insieme di questi fattori mi ha permesso di vivere un’esperienza di negoziazione che mi ha fatto riflettere e che vorrei condividere.

Ho ordinato su un noto sito dei vestiti su misura tra cui un paio di pantaloni.

Quando è arrivata la merce, i pantaloni erano corti e non era stato fatto l’orlo.

Il fatto che fossero corti era palesemente responsabilità mia che avevo sbagliato a dare la misura. Invio una mail al produttore cinese dicendo che i pantaloni erano corti e che li volevo cambiare ( ovviamente cosa non consentita dal contratto visto che si trattata di un capo su misura).

La risposta alla mail, come mi aspettavo, è stata negativa: le misure le avevo  fornite io e loro avevano confezionato i pantaloni sulla base di quello.

Azzardo una telefonata in Cina.

L’operatrice all’inizio ribadisce il concetto per cui rifiutavano un cambio merce o un rimborso, poi iniziamo a chiaccherare…le chiedo da quanti anni è in Cina, dove ha studiato cinese, le racconto i miei progressi nella lingua e il mio desiderio di andare in Cina…le dico che adoro fare acquisti on line e che il loro sito è meraviglioso e che  gli altri abiti che mi hanno confezionato mi hanno lasciato a bocca aperta: favolosi! Peccato davvero per quei pantaloni…io ero convinta cucissero l’orlo… se avessi saputo che non facevano l’orlo avrei dato una misura più lunga per farlo successivamente io … L’operatrice evidenzia come in effetti i cinesi non siano così attenti come noi italiani ai dettagli…

Le propongo di intercedere per me presso il suo responsabile per chiedere di rifare i pantaloni più lunghi e magari nel frattempo ordino qualcosa d’altro così fanno una spedizione unica.

Dopo poco ricevo una mail con cui mi confermano la spedizione gratuita di un nuovo paio di pantaloni più lunghi, la possibilità di trattenere quelli che avevo già ricevuto facendo un nuovo ordine.

Invio dunque  una mail di ringraziamento al responsabile dell’azienda dichiarandomi totalmente soddisfatta dal loro servizio clienti ed in particolare dell’operatrice che si era adoperata a trovare una soluzione estremamente interessante ed efficace!

Cosa ne pensate di questa negoziazione?