Archivi categoria: Bugie e linguaggio del corpo in mediazione

DONT’LIE TO THE MEDIATOR: non mentire al mediatore!

Tempo fa ho scritto un post che ha riscosso parecchio successo: “chiunque può diventare conciliatore”.

Al di là delle prospettive della professione del mediatore, la mia idea è quella che tutti possono nel loro piccolo essere mediatori per i conflitti che tutti i giorni dobbiamo afforntare.

Il conflitto è inevitabile, ma il modo con cui lo affrontiamo può cambiare la nostra vita in positivo!

Dunque io cerco ispirazione nella quotidianità per essere e diventare un buon mediatore!

Tempo fa ho acquistato in dvd una serie televisiva (non riesco mai a vedere niente in tv!): Lie to me e me ne sono appassionata!
Ho letto i libri di Paul Ekmann e ho approfondito con diverse letture l’argomento del linguaggio del corpo.

Come abbiamo visto più volte, il mediatore deve essere un abile conoscitore delle tecniche di comunicazione più che delle materie sostanziali oggetto di mediazione.
Per questo ho condensato tutte le mie letture in materia in queste 26 pagine: Bugie in mediazione? No grazie!

Spero che le troverete divertenti, ma soprattutto utili!

Fatemi sapere che ne pensate!