FORMARSI DA MEDIATORE


Acquisire nuove competenze è oggi fondamentale per ogni professionista.

Formarsi secondo me è una scelta necessaria se si vogliono affrontare le nuove sfide che si presentano quotidianamente nel  mondo lavorativo.

Formarsi è una scelta..un obbligo, una strategia competitiva per garantire una maggiore qualità del lavoro.

Come mediatore, mi piace sempre mettermi alla prova e apprendere nuove cose, non mi basta affidarmi agli obblighi di legge, ma mi piace andare sempre oltre, cercare cose nuove, migliorare me stessa e le mie abilità di mediatore.

Se avete qualche ora libera, vi vorrei suggerire un corso di mediazione online che ho fatto qualche sera fa. Il corso riprende i concetti base della mediazione e negoziazione, è un corso semplice e divertente che mi ha consentito di spolverare un po’ l’inglese, anzi di imparare un po’ di linguaggio specifico in materia!

Ecco il link: http://www.freemediationcourse.com

Con tanto di attestato di partecipazione: CERTIFICATE MEDIATION TRAINING

Fatemi sapere se vi è piaciuto!

6 risposte a “FORMARSI DA MEDIATORE

  1. Mi sono iscritta qualche minuto fa, molto curiosa di sperimentare questo corso on-line, che mi ha rafforzato nell’idea che la cultura anglosassone sia un inesauribile serbatoio di spunti per la mediazione e che l’apprendimento on line dia molte opportunit aggiuntive. Io stessa ho appena completato una formazione di due anni in inglese (non on-line) con un avv. americano, Ike Lasater (www.mediateyourlife.com) per formarmi come mediatore usando la Comunicazione non violenta (CNV) una forma di comunicazione sviluppata da Marshall Rosenberg. Questo tipo di mediazione l’ho con successo affiancata alla mia formazione standard da mediatore/conciliatore iscritta ad un Organismo di conciliazione romano. L’aspetto che vorrei segnalare per me pi interessante della mediazione CNV l’apprendimento di processi specificamente dedicati allo sviluppo personale del mediatore per dargli la capacit di affrontare in modo rilassato e con fiducia non solo le tensioni delle parti in conflitto ma anche le proprie tensioni e successivamente rielaborare in modo costruttivo la propria esperienza rispetto alla mediazione effettuata. Ora sono in partenza per un interessante seminario sulla mediazione all’interno di un gruppo condotta con tecniche e metodi ispirati alla CNV ( http://www.baynvc.org/calendar/view_entry.php?id=CD3754&date=20130307) . A presto. Rosella Salari

  2. Mi sono iscritta qualche minuto fa, molto curiosa di sperimentare questo corso on-line, che mi ha rafforzato nell’idea che la cultura anglosassone sia un inesauribile serbatoio di spunti per la mediazione e che l’apprendimento on line dia molte opportunità aggiuntive. Io stessa ho appena completato una formazione di due anni in inglese (non on-line) con un avv. americano, Ike Lasater (www.mediateyourlife.com) per formarmi come mediatore usando la Comunicazione non violenta (CNV) una forma di comunicazione sviluppata da Marshall Rosenberg. Questo tipo di mediazione l’ho con successo affiancata alla mia formazione standard da mediatore/conciliatore iscritta ad un Organismo di conciliazione romano. L’aspetto che vorrei segnalare per me più interessante della mediazione CNV è l’apprendimento di processi specificamente dedicati allo sviluppo personale del mediatore per dargli la capacità di affrontare in modo rilassato e con fiducia non solo le tensioni delle parti in conflitto ma anche le proprie tensioni e successivamente rielaborare in modo costruttivo la propria esperienza rispetto alla mediazione effettuata.
    Ora sono in partenza per un interessante seminario sulla mediazione all’interno di un gruppo condotta con tecniche e metodi ispirati alla CNV ( http://www.baynvc.org/calendar/view_entry.php?id=CD3754&date=20130307) . A presto.

    • mediazionetrapari

      Grazie Rosella per aver condiviso la tua esperienza! Mi sembra estremamente importante e voglio approfondire assolutamente l’argomento! Grazie per lo spunto! Buon viaggio!

  3. giuseppe.corsi.fi@gmail.com

    non appena possibile guarderò. grazie per ora

  4. Hai perfettamente ragione.
    In questo caso poi, potersi confrontare con chi la mediazione la pratica assiduamente è davvero una ghiotta occasione.
    grazie!

  5. Grazie per il post, sono d’accordo: la formazione – anche quella continua – è non solo importante, ma addirittura essenziale! Questo riguarda tutti gli ambiti, e quello della mediazione aziende non è certo da meno, anzi, direi che la formazione e l’aggiornamento in questo settore è più importante che in altri. Quando si parla di intermediazioni, compravendita attività commerciali e azienali, e insomma di mediazione in genere, è molto importante conoscere la materia a fondo per non incorrere in errori e problemi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...