PUO’ FARE IL MEDIATORE ANCHE IL DIPENDENTE PUBBLICO


Abbiamo in diverse occasioni affrontato la questione del mediatore come secondo lavoro e della compatibilità di questa professione  con altre svolte in via principale.

Un altro passo avanti è stato compiuto.

Il Ministero della Giustizia aveva autorizzato i cancellieri dei tribunali e dipendenti ad esercitare l’attività di mediatore.

Recente la pronuncia circa l’incompatibilità della professione di giudice di pace con quella di mediatore civile.

Il dipartimento della funzione pubblica si è ora espresso per la figura dei dipendenti pubblici.

 

In particolare, con la nota n. 3357/2012 stabilisce che  l’autorizzazione allo svolgimento dell’attività di mediatore civile e commerciale per il pubblico dipendente può essere concessa solo nel caso in cui questa non generi incompatibilità con la funzione pubblica (ovvero quando sussiste un conflitto di interesse) né quando implichi una vera e propria attività professionale. Sarebbe importante che tutte le amministrazioni pubbliche adottassero dei criteri geneerali per il rilascio dell’autorizzione allo svolgimento dell’attività. Nel silenzio delle disposizioni legislative in materia, il dlgs n.28/2010 e il dm n.180 del 18.10.2010, la Funzione pubblica precisa che occorre richiamare i principi sull’incompatibilità previsti all’articolo 53 del dlgs n.165/2001. Norma che non consente al dipendente pubblico lo svolgimento di incarichi retribuiti, anche se occasionali, che non sono compresi nei compiti e doveri d’ufficio, senza la preventiva autorizzazione dell’amministrazione di appartenenza.
Onde procedere all’autorizzazione, l’amministrazione, in sede di istruttoria, dovrà dunque verificare la natura dell’incarico che dovrà essere caratterizzato dall’occasionalità e non dovrà presentare alcun profilo di conflitto di interesse rispetto all’attività istituzionale. Inoltre, l’eventuale autorizzazione dovrà contenere espressamente la “clausola” che l’incarico dovrà svolgersi al di fuori dell’orario di lavoro, eventualmente utilizzando gli strumenti oggi vigenti (ferie, permessi personali), sempre che questi siano compatibili con le esigenze dell’amministrazione.

Una risposta a “PUO’ FARE IL MEDIATORE ANCHE IL DIPENDENTE PUBBLICO

  1. Grazie all’autore del post, hai detto delle cose davvero giuste. Spero di vedere presto altri post del genere, intanto mi salvo il blog trai preferiti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...