IL NEGOZIATO DI COSTA CROCERE


Voglio condividere con voi una notizia di attualità, tratta dal blog di Panorama,  come spunto per una riflessione sulla mediazione.

“È un accordo storico quello raggiunto tra associazioni dei consumatori e Costa Crociere sui risarcimenti ai passeggeri della nave naufragata al Giglio.Per la prima volta in Italia viene riconosciuto infatti oltre al rimborso delle spese di viaggio e per la perdita del bagaglio, un danno esistenziale per gli effetti psicofisici causati dalla paura per l’evento tragico patito.Il più soddisfatto dell’intesa è Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori e promotore del confronto che ha portato alla soluzione prospettata. “L’accordo – spiega a Panorama.it – è innanzitutto di carattere extragiudiziale, questo significa che per i passeggeri non ci saranno spese legali, visto che noi non percepiamo nessun compenso per l’opera di negoziato portata avanti con Costa Crociere. Inoltre, intese di questo genere accorciano notevolmente i tempi con cui saranno pagati i risarcimenti. Mai in Italia prima si era riusciti ad ottenere contemporaneamente per un numero di casi così ampio, un rimborso per lo stress psicofisico subito”.L’adesione è libera e ognuno potrà scegliere autonomamente di sottoscrivere l’accordo con Costa Crociere. È stato comunque già stimato che circa l’85% dei passeggeri aderirà all’intesa, che non vale per le famiglie delle vittime della tragedia o per persone che nel corso del naufragio abbiano subito danni fisici e siano state ricoverate. Per tutti questi casi infatti scatteranno accordi di risarcimento separati. Per tutti gli altri invece come detto, ci saranno 3.000 euro che copriranno il valore integrale della crociera, comprensivo delle tasse portuali, dei trasferimenti via aerei e bus, delle spese di viaggio sostenute per il rientro, di eventuali spese mediche sostenute e delle spese extra effettuate durante la crociera. Gli altri 11 mila euro invece, come accennato, varranno da indennizzo di tutti i danni patrimoniali, in particolare quelli legati alla perdita del bagaglio e degli effetti personali e da vacanza rovinata, oltre come detto, alla novità del disagio psicologico patito. Da sottolineare inoltre come gli 11 mila euro saranno riconosciuti a tutti, anche ai bambini non paganti. Questo significa che una famiglia di quattro persone avrà diritto a circa 50 mila euro di risarcimento complessivo. Costa Crociere si è inoltre impegnata ad effettuare il rimborso entro 7 giorni dall’accettazione dell’accordo, che ovviamente impegnerà i passeggeri firmatari a non intentare nessun altro tipo di causa alla compagnia.”

Personalmente ritengo questo accordo un enorme successo!

Qui le parti coinvolte pare abbiano trattato direttamente, immagino per tramite di eccellenti negoziatori, non si parla di assistenza di negoziatori terzi.

La mia riflessione vuole essere questa: mediazione e class action? c’è spazio per una mediazione in queste situazioni? Voglio approfondire questo argomento!

 

3 risposte a “IL NEGOZIATO DI COSTA CROCERE

  1. Purtroppo non ci siamo! Le opinioni sono fortemente contrastanti ed io come negoziatore ma anche come persona professionalmene coinvolta nella vicenda, devo riflettere ed invito a fare lo stesso anche voi colleghi mediatori, sulla duplicità degli interessi e il coinvolgimento di diverse figure professionali. Mi riferisco agli interessi che un caso simile, poliedrico, ha fatto nascere. I passeggeri, i lavoratori, gli avvocati e la società armatrice. Quest’ultima non aspettava altra occasione che liquidare i passeggeri (circa 3000 ecludendo, gli imbarcati lavoratori), con un importo tutto sommato basso, pertanto conveniente: una soluzione ecomomicamente vantaggiosa per essa. Il vantaggio di concludere così velocemente un accordo però dovevamo aspettarcelo, male pertanto che ha mediato, doveva tenere in considerazione gli avvocati i quali potevano esimersi da facili ed enormi guadagni? Per questa categoria questa è una buona occasione di guadagno. La mediazione non ha tenuto conto dei fattori eccezionali, speculativi, che hanno avviluppato il disastro della Concordia, non può essere un successo. Chi ha mediato evidentemente lo ha fatto troppo semplicemente e velocemente, non ha considerato gli interessi plurivalenti che una vicenda simile poteva partorire.

    • Grazie per il tuo prezioso intervento Maurizio. Parlo come una che ha solo letto i giornali, pertanto, sicuramente molti aspetti della vicenda mi sfuggono. Le domande che mi sono fatta e i ragionamenti sono stati per me teorici. Ho cercato di mettermi nei panni dei passeggeri,dei dipendenti della Costa, della Costa stessa..hai perfettamente ragione: di interessi in gioco ce ne sono molti, diversi, difficili da bilanciare. La paura, il trauma, l’errore umano, il danno d’immagine, il voler trovare una soluzione veloce, il viaggio di nozze più terribile che si possa immaginare…ho sicuramente tralasciato qualcosa perchè di interessi, bisogni coinvolti ce ne sono..almeno 3000! Io credo comunque che un negoziato di questo tipo abbia dato dei vantaggi a tutti e sia riuscito a bilanciare un po’ tutti gli interessi coinvolti ( escludiamo ovviamente le vittime o le situazioni più gravi per cui mi è parso di capire non valga l’offerta) anche in considerazione della BATNA che chi era coinvolto aveva. C’era una migliore alternativa? Dici che l’importo è esiguo? Ho riflettuto anche su questo: anni fa mi hanno liquidato un sinistro in moto € 16.000..ma oggi? Liquiderebbero un sinistro così tanto? Tutta la situazione economica di oggi forse ha spinto tanti a dire di sì..
      Sarebbe interessante avere qualche elemento in più per studiare quello che credo possa aprire la strada allo svilupparsi delle class mediation!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...