MODIFICHE ALLA MEDIAZIONE NEI DECRETI SULLA GIUSTIZIA


Sul sole 24 ore di oggi è stato pubblicato lo schema di decreto legge recante “disposizioni urgenti in materia di composizione delle crisi da sovra indebitamento e disciplina del processo civile.

Questo provvedimento è stato esaminato dal Consiglio dei ministri il 16 dicembre e potrebbe subire modifiche nella fase di coordinamento che precede la pubblicazione in G.U.

Ci interessa perché porta delle modifiche alla disciplina della mediazione ( capo II art. 13):

  •  si prevede un onere di vigilanza da parte del capo dell’ufficio giudiziario sul rispetto della disposizione che impone l’obbligo di mediazione in determinate materie ( comma 1 art. 5 D.lgs 28/2010) e si attiva per favorire la mediazione delegata (comma 2 art. . 5 D.lgs 28/2010) riferendone sia al Consiglio Superiore della Magistratura sia al Ministero della Giustizia;
  •  viene specificata la modalità di condanna al pagamento  della “multa” per la parte che non si è presentata in mediazione: con ordinanza non impugnabile pronunciata d’ufficio alla prima udienza di comparizione delle parti, ovvero all’udienza successiva.

 Mi sembrano interventi importanti e positivi: da un lato per spronare i giudici a ricorrere alla mediazione – attualmente le mediazioni delegate sono l’1%…- e dall’altro per favorire “forzatamente” le parti a sedersi al tavolo di mediazione.

Cosa ne dite?

3 risposte a “MODIFICHE ALLA MEDIAZIONE NEI DECRETI SULLA GIUSTIZIA

  1. la previsione di un controllo è sempre cosa buona per evitare abusi o prassi arbitrarie ed anche per un monitoraggio sulla qualità e quantità.Chissà perchè il controllo non arriva fino ai corsi, contenuti e forme, e alla discrezionalità, per esempio delle camere di commercio,sull’accettazione di conciliatori…
    Teresa Lapis

  2. Favorire “forzatamente” l’accesso alla mediazione continua a sembrarmi un ossimoro. Ma non è detto che in Italia una misura di questo tipo non possa rappresentare la via per il successo.

  3. Ho verificato “ossimoro” su Wikipedia prima di procedere, ma continuo a non trovarci un senso con “forzatamente” e “accesso alla Mediazione”.
    Sarà che a me la Mediazione piace, ma anche analizzando il contesto, reputo che in Italia non vi siano altri mezzi che l'”obbligare” per divulgare o istruire!!!
    Detto questo che vuole essere solo una battuta, sono a chiedervi se qualcuno di voi sia a conoscenza di buone nuove in relazione al provvedimento esaminato dal Consiglio dei Ministri il 16 dicembre.

    Cerco come un matto notizie, ma nulla, il vuoto!
    La sanzione c’è?
    Il controllo c’è?
    Se posteste aiutarmi anche solo con una qualsiasi indicazione ve ne sarei grato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...