MEDIAZIONE TOP SECRET


Uno dei tanti vantaggi della mediazione è quello di essere un procedimento riservato.

Tutto quello che viene detto durante l’incontro di mediazione è e resta riservato.

Come viene tutelata la riservatezza delle parti? Mi posso fidare del mediatore?

Ecco in breve i vari aspetti sotto cui viene tutelata la vostra privacy in mediazione.

 

  1. La legge prevede che l’incontro di mediazione si svolga secondo le modalità previste dal   regolamento dell’organismo che deve in ogni caso garantire la riservatezza del procedimento
  2. In capo al mediatore e a chiunque presta la propria opera o il proprio servizio nell’organismo o comunque nell’ambito del procedimento di mediazione vige l’obbligo di legge di  riservatezza rispetto alle dichiarazioni rese e alle informazioni acquisite durante il procedimento.
  3. Relativamente alle dichiarazioni rese e alle informazioni acquisite nel corso delle sessioni separate e salvo consenso della parte dichiarante o dalla quale provengono le informazioni, il mediatore è tenuto alla riservatezza nei confronti delle altre parti
  4. Le dichiarazioni rese o le informazioni acquisite nel corso del procedimento di mediazione non possono essere utilizzate nel giudizio avente il medesimo oggetto anche parziale, iniziato, riassunto o proseguito dopo l’insuccesso della mediazione, salvo consenso della parte dichiarante o dalla quale provengono le informazioni. Sul contenuto delle stesse dichiarazioni e informazioni non è ammessa prova testimoniale e non può essere deferito giuramento decisorio.
  5. Il mediatore non può essere tenuto a deporre sul contenuto delle dichiarazioni rese e delle informazioni acquisite nel procedimento di mediazione, né davanti all’autorità giudiziaria ne’ davanti ad altra autorità.
  6. L’organismo di mediazione, per essere iscritto nelle liste del ministero deve dare garanzie di indipendenza, imparzialità e riservatezza nello svolgimento del servizio di mediazione
  7. Con un provvedimento e due autorizzazioni “ad hoc” il Garante privacy è intervenuto per regolamentare le procedure e  adempimenti degli organismi di mediazione civile pubblici e privati che trattano dati sensibili e giudiziari mantenendo comunque elevato il livello di garanzia per i diritti e le libertà fondamentali delle parti coinvolte. http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1809039

C’è altro da aggiungere?

A me pare che la tutela della riservatezza sia stata affrontata sotto varie prospettive, voi cosa ne pensate?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...