SELEZIONE CAMERA COMMERCIO BERGAMO


Alla fine del mese di giugno è stato pubblicata sul sito della camera di commercio di Bergamo la procedura per l’iscrizione nell’Elenco dei Mediatori civili e commerciali.
Io abito in provincia di Bergamo e la selezione mi è sfuggita perchè ero in vacanza, ma leggendo il bando mi sono messa il cuore in pace perchè comunque non avrei potuto parteciparvi visti i requisiti che richiedono…udite udite solo per essere inseriti in una lista provvisoria..
Ecco i requisiti di ammissione:
– frequenza al corso
-professionista iscritto presso un collegio/ordine professionale
-disponibilità all’organismo di almeno 2 giorni fissi alla settimana
– possesso di una polizza assicurativa per la responsabilità civile con massimale uguale o superiore a 500.000.

A parte il primo requisito..che mi dite degli altri????
Io non ne possiedo nemmeno uno degli altri! Non mi risulta che le altre selezioni per le camere di commercio prevedessero tali requisiti! Io ho partecipato e superato quella di Milano e la selezione è stata fatta su prove scritte e orali e non su pre-requisiti che la legge non prevede a carico del mediatore!
E’ vero che la legge non ha imposto nessun criterio agli organismi per la scelta dei propri mediatori, ma se tanto si parla di professionalità e preparazione non mi pare che questa possa essere attestata dall’avere una polizza assicurativa!
Voi cosa ne pensate?
Se qualcuno è riuscito a entrare in questa lista, mi faccia sapere come procede poi la selezione! Sono davvero curiosa!

2 risposte a “SELEZIONE CAMERA COMMERCIO BERGAMO

  1. Sono perfettamente d’accordo con te ,poichè pur non avendo quei requisiti mi sento di avere tutte le competenze che rispecchiano questa figura, altrimenti è una presa in giro far spendere soldi per un corso che non ti serve a niente se le selezioni vengono fatte per professionisti già affermati, perchè lì si chiedevano queste figure professionali.

  2. Carri colleghi o aspiranti tali,
    proverò io a dare qualche spunto di riflessione in più.
    La Camera di Commercio di Bergamo, essendo stata sommersa da richieste di mediazione, si è trovata sprovvista un numero adeguato di mediatori professionali. Non avendo la possibilità di organizzare sul breve termine un percorso di selezione (come fatto da altre camere di commercio, che per quanto ho visto, sempre a titolo oneroso per il partecipante alla selezione … 140-200 euro) ha deciso di istituire una lista TEMPORANEA di mediatori. Non potendoli selezionare individualmente, ha fissato tutta una serie di vincoli strutturali tali da garantire almeno un livello minimo di professionalita diciamo tecnica. Come poi è intuibile, un bravo Avvocato, Ingegnere o Geometra non è detto che possa essere anche un bravo mediatore. Sta di fatto che, anche se non previsto nei 2 DL, è quasi sempre richiesta da parte degli Organismi una conoscenza solida delle materie su cui si andrà a mediare. Nel 2012 la CCIAA di Bergamo dovrebbe effettuare una selezione per Titoli ed Esami per ampliare il proprio pull di mediatori, e non è assolutamente scritto da nessuna parte che il percorso di selezione non debba essere sostenuto anche da quei mediatori che saranno iscritti nella lista temporanea.

    Quindi, per condividere con voi le mie riflessioni ed approfondimenti:

    1) frequenza al corso e superamento esame
    (OVVIA)

    2) professionista iscritto presso un collegio/ordine professionale
    (Selezione per titoli. Unica fattibile entro Settembre e con le vacanze di mezzo)

    3) disponibilità all’organismo di almeno 2 giorni fissi alla settimana
    (Per gestire dei grandi volumi è necessaria una pianificazione stringente. Assegnare un mediatore per poi sentirsi rispondere “no quel giorno non posso”, “mi spiace ho già un altro impegno”. Si rischierebbe di dover fare 10 telefonate solo per riuscire a trovare un mediatore disponibile)

    4) possesso di una polizza assicurativa per la responsabilità civile con massimale uguale o superiore a 500.000
    (Come da DL 180 l’Organismo deve essere obbligatoriamente assicurato. L’assicurazione deve avere una copertura minima di 500.000 euro. Ciò significa che l’Organismo è coperto fino al predetto massimale/annuo e non per “incidente”. Al crescere delle mediazioni aumenta il rischio di Responsabilità Civile ed il costo della polizza. Da qui il razionale del far assicurare in proprio ogni singolo mediatore. ) Giusto o sbagliato che sia , io consiglio comunque ad ogni singolo mediatore “prestatore d’opera professionale per uno o più organismi di Conciliazione” di stipulare una propia polizza.

    Il 5) punto lo aggiungo io! Disponibilità o meno di uno studio “con struttura adeguata” nella città di Bergamo.
    (non avendo la CCIAA un numero di sale riunioni infinito, sospetto che sfrutterà al massimo la possibilità di appoggiarsi a quei mediatori che hanno a disposizione un proprio studio. Non mandatorio ma sicuramente un plus per vedersi assegnati gli incarichi)
    Saluti
    Maurizio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...