Accordo raggiunto tra rappresentanti Avvocatura e ministero Giustizia


Ieri sera, a Roma, si è tenuto un incontro tra i presidenti degli ordini degli avvocati e il ministero.
Vi riporto il comunicato stampa apparso sul sito del ministero questa mattina.

Ad esito di una ampia ed approfondita discussione, terminata a notte fonda, su tutti i nodi più complessi dell’amministrazione della Giustizia civile e del ruolo dell’avvocatura, il ministro della Giustizia, i rappresentanti del CNF ed i presidenti degli Ordini e delle Unioni regionali che hanno accolto l’invito a partecipare all’incontro, si è convenuto di introdurre l’assistenza necessaria degli avvocati nei procedimenti di conciliazione obbligatoria e di costituire una cabina di regia permanente tra il ministro e l’avvocatura per risolvere il problema urgente dello riduzione dell’arretrato civile, con il coinvolgimento dell’avvocatura nella giurisdizione, la promozione della negoziazione assistita affidata ai difensori, la introduzione di limiti per valore alla conciliazione obbligatoria o, in alternativa, la fissazione di tariffe graduate.
La riunione ha segnato un risultato positivo che CNF ed Ordini hanno ottenuto, per la prima volta, dopo molti mesi di tensione, superando polemiche e pregiudizi.
“Oggi ricomincia un cammino comune per il bene della Giustizia in Italia – ha affermato il Guardasigilli a termine della riunione – questo cammino comune -conclude Alfano- porterà grandi risultati ai cittadini nel segno della efficienza della Giustizia civile”.

Mi pare di capire che i punti su cui ci saranno delle possibili modifiche sono:
l’introduzione dell’ assistenza delle parti in mediazione
-l’introduzione di limiti di valore per i casi di conciliazione obbligatoria.

Mi sembra un’ottima prospettiva quella dell’assistenza legale delle parti in mediazione.
Forse in quest’ottica la categoria forense si aprirà un po’ di più all’istituto della mediazione? Staremo a vedere!
Voi cosa ne pensate?

3 risposte a “Accordo raggiunto tra rappresentanti Avvocatura e ministero Giustizia

  1. Ciao!
    mi sembra che il Mediatore Alfano abbia fatto un buon lavoro e abbia raggiunto un buon accordo.
    In effetti anche io credo che la presenza dei legali possa essere un vantaggio, sia quando si tratta di parti altamente conflittuali per aiutare il mediatore a mantenere gli animi calmi, sia sulle questioni tecniche per evitare squilibri evidenti tra le parti stesse.

    Grazie per l’aggiornamento!

  2. Concordo sul fatto che il risultato raggiunto sia positivo e possa dare più ampio respiro a quest’isitituto che, fino a pochi giorni fa, è stato così screditato e attaccato proprio dalla categoria che ora entrerà obbligatoriamente a deciderne le sorti…
    Alla fine ciò che sembrava fosse uscito dalla porta, molto probabilmente rientrerà dalla finestra…
    Ciò che più mi spaventa è che, piuttosto che uno strumento autonomo e alternativo di risoluzione delle controversie, possa diventare una brutta copia di ciò che si cerca di alleggerire e snellire, divenendo così aula per disquisizioni dottrinali e giurisprudenziali, piuttosto che tavola rotonda orientata a far emergere i reali interessi delle parti che vi si avvicinano

  3. Penso che siamo punto e a capo. La mediazione, come istututo concecito per agevolare l’appacificazione, il riasnamento, in questo modo si rivincola ai canoni forensi! Insomma sembra di ritornare alla vecchia fallimentare previsione del istituto del giudice di pace in forma cinciliativa. Il concetto italiano di fare giustizia in questo modo perderà solo altro tempo. E chi ha veramente bisogno di essere “condotto, guidato”. alla ricerca di una migliore soluzione alle proprie controversie, ricadrà ancora una volta nel fallimentare “sistema giustizia”. Alla luce di questa “novità” si DEVE pensare di formare gli avvocati, affinchè si formino e preparino i loro assistiti ad affrontare con serenità la mediazione. Non come necessario ed inevitabile guado da attraversare per giunggere al tanto agoniato e, sicuramente più redditizio per gli avvocati, giudizio togato. Che durerà tanti, tanti, tanti, anni, per il buon cuore che chi crede in altri valori…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...